Condividi su

02 giugno 2018 • 18:00 • Scritto da Marlen Vazzoler

Cumberbatch salva un ciclista di Deliveroo da una banda di rapinatori

Benedict Cumberbatch combatte contro quattro malviventi nei pressi del 221B di Baker Street
0

Benedict Cumberbatch ha combattuto contro un gruppo di quattro criminali che hanno assalito un ciclista indifeso di Deliveroo.

L’attore si trovava a bordo di una Uber con la moglie, Sophie Hunter, vicino al 221B di Baker Street a Londra (dove si trova la fittizia casa di Sherlock Holmes, ruolo da lui interpretato nello show della BBC, ndr.).

Vicino a Marylebone High Street l’attore ha visto l’aggressione, ha fatto fermare la macchina ed è uscito al salvataggio dell’uomo gridando ‘Lasciatelo stare‘.

I criminali avevano picchiato il ciclista indifeso ed lo avevano colpito in testa con una bottiglia. L’attore ha trascinato via i quattro rapinatori dalla vittima insanguinata. I quattro hanno poi provato a prendere a pugni Cumberbatch che li ha respinti, e gli uomini sono poi fuggiti senza rubare nulla.

L’autista Manuel Dias, 53 anni, ha dichiarato:

“Stavo portando Benedict e sua moglie a un club – ma non sapevo inizialmente chi era. Stavo per svoltare in Marylebone High Street e abbiamo visto quattro uomini fare i prepotenti con un ciclista di Deliveroo. Il mio passeggero è saltato fuori, correndo ed ha trascinato via gli uomini. Si sono voltati verso di lui e sembrava che la situazione stesse per degenerare, così mi sono unito a loro.
Il ciclista è stato fortunato, Benedict è un supereroe. Stava lì in piedi dando degli ordini in strada, urlando: ‘Lasciatelo in pace’. Solo allora ho riconosciuto Benedict. Poi è diventato tutto un po’ surreale. Ecco Sherlock Holmes che combatte contro quattro assalitori proprio dietro l’angolo di Baker Street. Ne avevo fermato uno e Benedict un altro. Sembrava che sapesse esattamente quello che stava facendo. È stato molto coraggioso. Ha fatto lui il grosso, ad essere onesti.
Hanno provato a colpirlo ma si è difeso e li ha respinti. Non è rimasto ferito. Credo che abbiano riconosciuto che era Benedict e che siano fuggiti.
Ha chiesto al ciclista come stava e quando gli ha detto ‘Sto bene’. L’ha abbracciato”.

Cumberbatch ha insistito sul fatto che non è un eroe e che ‘doveva’ aiutare la vittima.

“L’ho fatto per, beh, dovevo farlo…”

Fonte Independent, The Sun

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *